LogoBlu
Banner Premio3

Pellegrini - Rotolo

Pellegrini Rotolo - 21 dicembre MARTEDI 21 DICEMBRETEATRO RENDANO - Sala Quintieri
ORE 20.00

Enoch Arden
- Il marinaio e il sacrificio d’amore -

Melodramma su testo di Alfred Tennyson e musica di Richard Strauss


Maurizio Pellegrini - voce recitante

Piero Rotolo - pianoforte

ACQUISTA-il-Biglietto
Genere musicale inusuale ma di grande fascino, il melologo consiste nella combinazione precisa di un monologo su partitura musicale.Si sviluppò in pieno ‘800 e parve subito un’abile scappatoia dal melodramma imperante nell’epoca.
Ebbe un successo immediato anche grazie all’apporto di Mendelssohn, Schumann, Bizet, Liszt e R. Strauss (il suo vertice ideale).
“Enoch Arden”, basato sul celebre poemetto di Alfred Tennyson, narra la struggente storia di un marinaio che ritorna al suo focolare dopo anni di assenza. Non poche saranno le sorprese che troverà in famiglia, in un susseguirsi di tensioni emotive e intenso lirismo che fa di quest’originale opera di Strauss uno spettacolo coinvolgente ed indimenticabile.
La trama del melologo è stata, in tempi più recenti, riproposta con successo in chiave cinematografica dal film americano “Cast away” (che infatti sembra costruito sulla falsariga di questo testo), anche se il suo finale drammatico si discosta dal rifacimento più moderno.
I temi sono attualissimi perché trattano delle condizioni universali dell’uomo: la volontà di sopravvivenza, la solitudine, la ricerca di uno scopo nella vita, l’amicizia e l’amore, il senso dello scorrere del tempo. Il testo, frutto della poetica romantica è capace di commuovere profondamente grazie anche alla musica che, struggente e puntuale, ne sottolinea i momenti più toccanti avvolgendo la narrazione in una atmosfera unica.

Maurizio Pellegrini, attore, cantante, regista, diplomato presso l’Accademia dei Filodrammatici di Milano nel 2009. Si forma con numerosi insegnanti fra cui Nikolaj Karpov (GITIS – Mosca), Peter Clough (Guildhall School – Londra), Riccardo Pradella, Massimo Loreto, Massimiliano Cividati, Bruno Fornasari, Karina Arutyunyan, Osvaldo Salvi, Sergio Maifredi, Romeo Liccardo, Franco Sangermano.
Studia Tecnica della voce parlata con Ambra D’Amico e Renato Gatto. Intraprende gli studi di canto lirico con il soprano Liliana Oliveri diplomandosi successivamente presso il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli. Sempre nel 2009 è al Valstybinis Juanimo Teatras di Vilnius nello spettacolo IL BUMME, unica presenza italiana al festival europeo Dekalogas-Dialogas, tenutosi nella capitale Lituana. Diretto da Sergio Ferrentino ha partecipato a Crediti d’attore in onda su Radio 3 Rai e la RadioTelevisione Svizzera Italiana ed al progetto Autorevole nei radiodrammi Il contabile e le murene di Pino Corrias, Radiogiallo di Carlo Lucarelli ed Il giardino di Gaia di Massimo Carlotto in scena al Teatro Elfo Puccini di Milano ed ancora in tournée nei teatri e nelle Università d’Italia. Collabora con la RadioTelevisione Svizzera italiana, Fonderia Mercury e Audible per la realizzazione di audiodrammi e radiocommedie. Per l’Orchestra sinfonica della Provincia di Bari è stato voce recitante nella prima esecuzione assoluta di “Paraphrase” dalla sonata in si minore di Franz Liszt, diretta dal M° Nicola Samale.
Con EPOS TEATRO, di cui è direttore artistico, ha vinto il Premio Nazionale “Riccardo Pradella” 2014 per le giovani compagnie. Ha diretto e interpretato Giardino d’inferno di Renato Mainardi, Io parlo napoletano, scusate…, Bottom’s dream (liberamente ispirato al Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare, fra le migliori drammaturgie del Festival Internazionale di Regia “Fantasio Piccoli 2010”), Nina di André Roussin e Fred Buscaglione nello spettacolo A QUALCUNO PIACE… FRED!, recentemente inciso in disco, di cui è autore e con il quale ottiene importanti riconoscimenti insieme alla Chamber Swing Orchestra. Da diverso tempo si dedica alla formazione dei giovani cantanti lirici curando la regia di alcuni allestimenti e numerosi workshop di arte scenica anche per professionisti della danza. Scrive per musica e teatro ed ha curato la revisione delle liriche da camera di Niccolò Van Westerhout insieme a Vito Clemente e Silvestro Sabatelli, pubblicate in volume da Idea Press USA, incise in disco da Digressione Music e distribuite da Naxos.
Dal 2014 è direttore della rassegna musicale AD LIBITUM e dal 2017 segretario artistico del Traetta Opera Festival.

Piero Rotolo, pianista nato a Mola di Bari nel 1964, svolge attività concertistica, didattica e organizzativa in campo musicale.
Avviato agli studi musicali dal m° Nicola Diomede, si è diplomato in Pianoforte a pieni voti presso il Conservatorio di Musica “Piccinni” di Bari sotto la guida dei maestri Giuseppe Campagnola e Benedetto Lupo. Successivamente ha frequentato i Corsi di Alto Perfezionamento Pianistico tenuti da Franco Medori, Pierluigi Camicia, Adam Wibronsky, Francoise Thiollier, John Perry, Michael Staudt, Bruno Canino (per la musica da camera).
Ha studiato inoltre Composizione con Raffaele Gervasio e Analisi Musicale con approfondimenti musicologici con Lorenzo Fico.
Vincitore in oltre 20 Concorsi di Esecuzione Pianistica e di Musica da Camera Nazionali ed Internazionali (Albenga, Napoli, Roma, Capri, Caltanissetta, Castellaneta, Taranto, Lamezia, ecc...), ha intrapreso un’attività concertistica che lo porta ad esibirsi per importanti Istituzioni e Associazioni Musicali in Italia, Spagna, Polonia, Francia, Bulgaria, Moldova, Romania e U.S.A. (“Steinway Hall” di New York, Fondazione “Segovia” di Linares-Spagna, “Williamson Theatre” dello Staten Island College di New York, Filarmonica Statale di Shoumen-Bulgaria, Filarmonica della Radiotelevisione a Kisney-Moldova, Università di Salerno e Università per Stranieri di Perugia, Teatro Alfieri di Torino, Teatri Civici di Tortona, Marsala, Civitanova, ecc..) da solista, in varie formazioni cameristiche e come accompagnatore di cantanti, riscuotendo vivi apprezzamenti dal pubblico e dalla critica che così si è espressa :
........ne è scaturita una interpretazione degna dei più nobili dei drammi e delle sofferte lacerazioni introspettive, situazioni queste che il pianista Piero Rotolo ha saputo celebrare con maestria ed intelligenza interpretativa, avvalendosi di un tocco dalla squisita raffinatezza che ha miscelato una gamma di colori le cui immagini sonore facilmente sono state risolte in poesia.................(Gazzetta del Mezzogiorno)
…. il pianista Piero Rotolo riesce sempre a far “vedere” la musica, a farci riflettere sui suoi significati più intimi e remoti, ma, anche e soprattutto a farci comprendere come i meravigliosi segnali che egli riceve dai grandi del passato siano ancora irresistibilmente vivi…….. (Bari Sera)
Considerevole anche la sua attività di ospite solista con orchestra, che vanta esecuzioni di concerti di Bach (in do maggiore BWV1064, in la minore BWV 1065), di Mozart (in do maggiore K 467, in fa maggiore K 242, in mi bemolle maggiore K 365), di Beethoven (n.3 in do min. op.37, Fantasia in do min. op. 80 per pf, coro e orch.), di Chopin (in mi minore op.11), di Saint-Saens (Il Carnevale degli animali per 2 ppff e orch.), di Piazzolla (Le Quattro Stagioni per archi e pf). Il suo repertorio (oltre ai capisaldi della letteratura classico-romantica) si fa divulgatore anche di composizioni poco eseguite e di autori poco conosciuti: ha in repertorio il melologo di R. Strauss “Enoch Arden”op. 38; ha preso parte, con l’Orchestra da Camera Traetta, alla registrazione del CD “Profili” dedicato a compositori pugliesi moderni e contemporanei (Gervasio, La Rotella, Fratta, Furleo Semeraro, Anselmi, Sica, Parente); è impegnato alla divulgazione dell’opera del compositore pugliese Niccolò van Westerhout (Mola di Bari 1857 – Napoli 1898) del quale ha eseguito in numerose occasioni l’intera serie degli “Insonni” per pianoforte, e registrato le composizioni per violino e pianoforte per il CD “Niccolò van Westerhout e il suo tempo” pubblicato da RaiVideoClassic (distr. Fonola).
Dal 2000, in più occasioni, è stato invitato ad esibirsi a New York nell’ambito di manifestazioni musicali organizzate dall’Istituto di Cultura Italiano negli U.S.A. in collaborazione con il “Van Westerhout Cultural Activities” ed il “F.I.A.O. of Brooklyn Inc.” È invitato a far parte di giurie di Concorsi Pianistici Nazionali e Internazionali ed è titolare di cattedra presso il Conservatorio di Musica statale “Nino Rota” di Monopoli (Ba) a seguito di Concorso Nazionale per titoli ed esami (D.M. 18.7.90).
2x1000
  • Dizionario dei Musicisti Calabresi
    Dizionario dei Musicisti Calabresi Il Dizionario dei Musicisti Calabresi, pubblicato in questa elegante veste editoriale da Abramo Editore, frutto di un impegnativo lavoro durato 4 anni realizzato dell'Associazione Musicale "Maurizio Quintieri" e curato da Marilena Gallo, è la prima opera enciclopedica che ricompone l'intera storia musicale della regione.
    Read more...
  • Discografia
    Discografia Richiedi una copia gratuita dei CD con le musiche registrate dal vivo durante le Stagioni Concertistiche.
    Read more...
Progetto realizzato da:
LogoBluPiccolo 
Con:
loghi ufficiali
Con il sostegno di:

  Seguici anche su:  facebook youtube Copyright © 2014 GPD Web Service. Associazione Musicale "M. Quintieri". Via A. Volta, 131 - 87036 Rende (Cs) - C.F. 98019850787 - P.Iva 02046070781 
#fc3424 #5835a1 #1975f2 #2fc86b #fevec9 #133f10441 #100313115745